É un Giro che si appresta a vivere l’ultima due giorni decisiva. Una partita tra scalatori, nella quale è molto probabile che Simon Yates cercherà domani di far saltare il banco per impossessarsi della maglia rosa che fino a lunedì sembrava salda sulle spalle di Egan Bernal.
Abbiamo cercato di vedere più chiaro in questa contesa che si annuncia molto avvincente, facendoci aiutare da Giovanni Battaglin. Il vincitore di Vuelta e Giro del 1981 ci ha spiegato come nella sua valutazione tenga a favorire l’attuale leader, che ritiene uno scalatore con un bello stile, guidato ottimamente dall’ammiraglia dal tecnico Matteo Tosatto.
Così come abbiamo fatto in questi giorni con Chioccioli e Baronchelli, anche con Battaglin abbiamo voluto addentrarci nell’amarcord, tuffandoci nel periodo che lo ha visto confrontare con gente come Merckx, Gimondi, Thevenet, Hinault e Fuente.