È stato l’eroe dello Zoncolan. Una grandissima impresa che ha relegato in secondo ordine altri aspetti importanti di un Giro d’Italia corso alla grande. Scorrendo la classifica generale infatti, balza agli occhi il 16° posto di Lorenzo Fortunato. Tra i corridori italiani, solo Damiano Caruso e Davide Formolo hanno saputo fare meglio di lui.
Il corridore di Bologna dunque, attualmente in forza al team Eolo-Kometa, rappresenta a tutti gli effetti uno dei giovani più interessanti del nostro movimento (ha compiuto 25 anni proprio durante lo svolgimento della corsa rosa, lo scorso 9 maggio).
Nell’immediato, come lui stesso ha raccontato nel corso dell’intervista, i suoi obiettivi principali sono rappresentati dall’imminente Adriatico-Jonica e dal campionato italiano che si disputerà domenica prossima a Imola.
Sono affiorati tanti riscontri interessanti nel corso della chiacchierata, animata da un interlocutore intelligente, dal volto sorridente e con le idee davvero molto chiare.